Comune di Civitavecchia
> Home


SUAP Civitavecchia
(Sportello Unico Attivita Produttive)
Presentazione del Portale Uliss-e
suap.pec@comunedicivitavecchia.legalmail.it

Riferimenti e Contatti SUAP
Il SUAP (Sportello Unico per le Attività Produttive) è lo sportello dove gli imprenditori possono AVVIARE, MODIFICARE O CESSARE una attivita produttiva a scopo di lucro. Che cosa è il SUAP

Il portale Uliss-e è uno strumento per ridurre le distanze fra i cittadini ed il Comune.
Notizie e aggiornamento Modulistica

Strumenti Necessari
L imprenditore o colui che dal medesimo è stato delegato a presentare l istanza, deve essere in possesso di:
Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o Carta Identità Elettronica (CIE)
Necessaria per autenticarsi al portale.
FIRMA DIGITALE
Necessaria per firmare digitalmente tutta la modulistica da presentare allo Sportello Unico.
Casella di Posta Elettronica Certificata (PEC)
Unico canale di comunicazione tra l-utente imprenditore e lo Sportello Unico da cui inviare una pratica al SUAP e ricevere da questo comunicazioni riguardanti l-istanza presentata.

Autenticazione Forte
Il portale Uliss-e consente di inoltrare la richiesta di avvio di un-attività imprenditoriale al SUAP esclusivamente in formato elettronico, previa AUTENTICAZIONE FORTE al portale SUAP. (Per autenticarsi utilizzare uno dei seguenti Browser: INTERNET EXPLORER o FIREFOX) Come Autenticarsi

Modulistica
Nelle sezioni ATTIVITA AVVIO SCIA e ATTIVITA PROCEDIMENTO UNICO l-utente imprenditore può acquisire tutte le informazioni riguardanti i requisiti, la normativa e la MODULISTICA necessaria per l-avvio o la gestione di un attività produttiva.

I Modelli necessari per la presentazione della pratica Suap sono reperibili nella Sezione del Portale SCEGLI PROCEDIMENTO.
Detta Modulistica, presente in formato Word, va scaricata sul proprio PC ed editata con Microsoft Word versione 2003 e/o superiore.
Nella sezione SPORTELLO UNICO - Informazioni Generali - Modulistica Fac-Simile invece è possibile prendere visione della Modulistica sopra indicata a titolo puramente informativo. (Abilitare javascript)
Configurazioni necessarie:
Al fine di rendere attive le funzionalita presenti nei singoli Modelli è necessario in Microsoft Word ATTIVARE LE MACRO.
Ultimata la fase di compilazione dei Modelli gli stessi vanno CONVERTITI in PDF/A e quest ultimi FIRMATI DIGITALMENTE nel formato pkcs#7 meglio noto come p7m (Busta crittografica di firma).
Qualunque sia la tipologia dell-attività da intraprendere, è sempre OBBLIGATORIO compilare i seguenti modelli:
Modello MURAD: nel caso in cui l-avvio dell-attività è soggetto all-istituto della Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA)
Modello MUR: nel caso in cui l-avvio dell-attività è soggetto all-istituto del Procedimento Unico, ovvero al rilascio del titolo autorizzatorio.

Pratica SUAP
Chi deve sottoscrivere la pratica:
sottoscrive l-istanza il titolare o il legale rappresentante dell-impresa
Come e a chi, deve essere presentata:
in base alle nuove regole stabilite dal D.P.R. n. 160 del 07 settembre 2010, una pratica composta dalla modulistica e dai relativi allegati deve essere presentata ESCLUSIVAMENTE in modalità telematica al SUAP, e quindi non può più essere presentata in forma cartacea (neanche in caso di invio per posta o per fax).
Inoltro della Pratica SUAP:
L-inoltro della pratica deve essere effettuata ESCLUSIVAMENTE tramite Posta Elettronica Certificata del presentante alla casella di Posta Elettronica Certificata del SUAP suap.pec@comunedicivitavecchia.legalmail.it, allegando al messaggio tutti i File in PDF/a comprendenti la pratica, debitamente compilati e sottoscritti digitalmente così come indicato nelle specifiche sezioni del presente portale.
Le pratiche presentate, seguendo le previgenti modalità tradizionali, per legge, saranno considerate irricevibili e inefficaci e pertanto non produrranno alcun effetto giuridico. Diversi sono i canali che si possono utilizzare affinché una pratica possa essere considerata -inviata telematicamente-:
LA MODALITA ASSISTITA TRAMITE UN INTERMEDIARIO DI FIDUCIA CUI CONFERIRE APPOSITA PROCURA SPECIALE:
- ricorrendo alla propria Associazione di Categoria;
- ricorrendo al proprio Professionista;
entrambi potranno utilizzare i seguenti strumenti:
1- la procedura di trasmissione della pratica descritta sul Portale comunale;
2- la procedura telematica messa a punto dal sistema camerale delle Camere di Commercio italiane, denominato ComUnica Starweb (informazioni consultando il sito internet della Camera di Commercio di Roma).
oppure, in subordine AUTONOMAMENTE :
tramite Posta Elettronica Certificata, nella c.d. modalità -PEC to PEC-.
Attenzione! Per utilizzare questa modalità nella veste autonoma di cittadino/imprenditore necessita dotarsi dei seguenti due dispositivi informatici:
1. casella di posta PEC (acquistabile sul mercato presso vari gestori);
2. smart-card e similari di firma digitale forte (anche in questo caso sarà possibile acquistare sul mercato tali dispositivi).
Se intendete provvedere autonomamente, ricordiamo che oltre ad aver acquisito la PEC e la firma digitale cui si è fatto cenno, dovrete consultare attentamente le schede informative presenti sul nostro Portale SUAP, e seguire la procedura indicata nel Portale alla Sezione Sportello Unico nella HomePage.
Ovviamente, agli intermediari non è vietato ricorrere all-utilizzo del canale di trasmissione -PEC to PEC- per conto dei propri clienti.
Le operazioni da compiere sono quelle descritte nella homepage, ma va ricordato che, oltre all-assistenza da prestare all-impresa nelle fasi di compilazione e successiva presentazione telematica della pratica è prevista, in aggiunta agli altri specifici allegati, la trasmissione dell-apposita PROCURA conferita dall-impresa cliente.

Pratica Irricevibile
Una comunicazione o istanza presentata al Suap è sottoposta al solo controllo formale volto ad individuare la correttezza della modulistica e della documentazione allegata, nonché intesa a verificare la conformità alle regole informatiche sancite dall?Allegato al D.p.r. n.160/2010.
E pertanto dichiarata IRRICEVIBILE la comunicazione o l-istanza mancante dei seguenti requisiti:
- I file relativi ai modelli e alla documentazione allegata non sono firmati digitalmente in formato P7M;
- I file non sono stati convertiti in formato PDF/A;
- Nel caso di conferimento della Procura Speciale non risulta allegato alla comunicazione/istanza il modello F-17 o quest-ultimo, pur se allegato, non risulta giustamente compilato;
- La comunicazione/istanza è mancante della documentazione elencata nei modelli specifici relativi all-attività che si intende avviare;
- La modulistica non riporta dati e notizie ritenute fondamentali per permettere un?adeguata istruttoria da parte degli uffici titolari della medesima;
- L-oggetto della PEC non riporta le notizie obbligatorie richieste (Vedi "Messaggio di invio alla PEC")
- Non é stato corrisposto il pagamento, all?atto della presentazione della comunicazione/istanza, dei diritti dovuti sia al Comune sia agli Enti terzi.

Risposte telematiche del SUAP
Lo sportello SUAP con l-avvenuto inoltro della pratica, secondo le modalità telematiche sopra evidenziate, rilascia dopo l-istruttoria formale:
una RICEVUTA DI PRATICA protocollata e firmata digitalmente dal responsabile del procedimento o dal responsabile del SUAP che riporterà i seguenti dati:
- Ufficio ricevente
- Estremi della protocollazione
- Codice pratica
- Denominazione dell-impresa che ha inviato la comunicazione
- Oggetto della comunicazione
- Responsabile del procedimento.
Soltanto dal momento del rilascio della ricevuta all?impresa, questa può dare corso all-avvio dell-attività. Si riterrà valida, ai fini della decorrenza dei termini di legge, ai sensi dell-art. 5, commi 4 e 5 del D.P.R. n. 160/2010, la ricevuta di avvenuta consegna della PEC da parte del gestore della PEC stessa, soltanto se il Suap non ha provveduto al rilascio della ricevuta entro il termine di 48 ore dal ricevimento della PEC. Il termine di 48 ore è computato esclusivamente nell-ambito delle giornate lavorative, ovvero nelle giornate di apertura degli uffici comunali. In detto termine non sono da considerarsi i giorni in cui gli uffici comunali sono chiusi (sabato, domenica e festivi).
In generale, sulla trasmissione telematica, si ricorda che:
una pratica non correttamente compilata o incompleta è irricevibile e quindi inefficace al fine di iniziare e/o modificare un-attività economica/produttiva. La compilazione dei campi nei Modelli e l-aggiunta degli allegati occorrenti devono quindi fornire le informazioni e gli elementi necessari a descrivere compiutamente l-attività che si vuole attivare e/o modificare.
Al momento della loro presentazione telematica, le pratiche vengono sottoposte al solo controllo formale, volto ad individuare le eventuali informazioni e/o allegati mancanti. A fronte della positiva verifica di completezza formale compiuta dai nostri addetti, ogni pratica telematica così pervenuta, riceverà la dovuta protocollazione e, di seguito, il SUAP restituirà l-apposita ricevuta di pratica alla casella PEC espressamente indicata dall-impresa.
In tal modo, per le pratiche soggette all-istituto della Segnalazione Certificata di Inizio Attività, l-intervento dei suddetti enti si sposta, pertanto, da un-azione di verifica preventiva su attività e strutture non ancora avviate (come avveniva in passato, ad esempio con il rilascio finale dell-autorizzazione sanitaria) ad una verifica successiva di controllo, su aziende e imprese già in esercizio, per via della sola presentazione di una pratica ricevibile quindi efficace.
Le responsabilità legali connesse al rilascio di autocertificazioni e dichiarazioni sostitutive rimangono a carico del dichiarante. Pertanto è estremamente importante compilare la pratica in maniera non solo completa e corretta, ma anche consapevole del fatto che le dichiarazioni mendaci comportano la denuncia all-autorità giudiziaria, con possibili conseguenze penali a carico dello stesso dichiarante.
Lo svolgimento dell-attività in maniera difforme da quanto dichiarato comporta l-adozione di provvedimenti sanzionatori (sanzioni pecuniarie e, nei casi più gravi, la chiusura dell-attività).

Modelli obbligatori da inviare sempre
Alcuni modelli devono essere sempre obbligatoriamente inviati pena la irricevibilità della pratica, essi sono:
- Modello MURAD o modello MUR secondo la tipologia di procedimento che si intende avviare;
- Modello di Procura Speciale - Modello F-17 - nel caso sia stati delegato ad altri soggetti (associazione di categoria e liberi professionisti ) la presentazione della pratica.
In ALLEGATO:
Tutta la ulteriore documentazione che si intende inviare al SUAP (altri modelli, elaborati,e quant-altro) e le relative attestazioni di avvenuto pagamento dei Diritti e Spese.

Messaggio di invio alla PEC del SUAP
Il messaggio di PEC deve obbligatoriamente riportare le seguenti informazioni:
OGGETTO messaggio PEC:
ID - 5350 - Codice Fiscale Impresa - Denominazione Impresa - Codice Pratica SUAP
CORPO del messaggio PEC:
SUAP: [ID 5350]
Pratica: [Codice Pratica SUAP] (*)
Impresa: [Codice Fiscale Impresa] [Denominazione Impresa]
Richiesta: [Tipologia Richiesta]
Dichiara: [Ai sensi del DPR 445/2000 e del Dlgs 82/2005, che la documentazione prodotta è conforme all-originale da me detenuto e che sarà conservato in caso di verifiche e controlli.]
(*) Il Codice Pratica SUAP è quello che viene generato automaticamente al momento della predisposizione della compilazione obbligatoria dei modelli MURAD o MUR (punto 2-Codice univoco della pratica).

Logo Cedaf S.r.l.